Rischi connessi a carenze nei luoghi di lavoro

Caratteristiche

I rischi nei locali di lavoro possono essere distinti in tre tipologie principali:

  • Rischi per carenze strutturali (pavimenti, pareti, finestre ecc);

  • Rischi nella circolazione di veicoli e pedoni;

  • Rischi nei locali di deposito merci.

Gli infortuni nei locali di lavoro possono essere dovuti a molte cause, tra le quali:

  • cadute dei lavoratori (per ostacoli sulle vie di circolazione),

  • scivolamenti (per presenza materiale oleoso sui pavimenti);

  • urti (per mancanza di spazio),

  • cadute di oggetti dall'alto (per errata collocazione dei materiale di deposito).

Valutazione

Il datore di lavoro deve analizzare le caratteristiche dei locali di lavoro e verificare che rispettino tutti i requisiti prescritti, nel caso in cui siano presenti delle non conformità deve valutare il livello di rischio (secondo la matrice di rischio Probabilità x Gravità delle conseguenze) ed adottare le misure necessarie per prevenire i rischi.

Locali di lavoro, un elenco sintetico dei requisiti di sicurezza previsti:

  • Altezza: l'altezza media dei locali di lavoro deve essere non inferiore a 3 metri. Se alcune operazioni si svolgono in un locale con altezza inferiore a 3 metri, o in un locale seminterrato-sotterraneo, l'azienda deve avere l'autorizzazione dell'Organo di Vigilanza.

  • La cubatura (lorda) non inferiore a 10 metri cubi per ciascun addetto.

  • La superficie (lorda) non inferiore a 2 metri quadrati per ciascun addetto.

  • Le pareti continue, integre, omogenee, tinteggiate a tinte chiare.

  • I pavimenti devono essere continui, integri, omogenei, lavabili, antisdrucciolevoli (se necessario per la tipologia d'attività ).

  • Vie di circolazione: pavimenti e i passaggi tenuti sgombri; gli ostacoli fissi lungo i pavimenti e i passaggi segnalati.

  • Le aperture nei pavimenti: adeguatamente protette con parapetti.

  • Uscite d'emergenza: locali devono essere dotati almeno di una porta avente la larghezza minima di cm 90 (o 120 cm) con apertura nel senso dell'esodo, munite di maniglione antipanico.

  • Le vie e uscite di emergenza: devono essere in numero adeguato, segnalate, tenute sgombre, illuminate.

  • Le scale fisse: devono avere un altezza massima dei gradini inferiore a 20 cm; profondità minima 30 cm, gradini antiscivolo, devono essere munite di parapetto o corrimano.

  • I locali, se necessario, devono essere adeguati alle esigenze dei lavoratori portatori di handicap.

Requisiti specifici per i locali di deposito

  • I materiali in deposito devono essere collocati sempre nelle zone stabilite e comunque in modo da non ingombrare ed ostacolare la normale circolazione.

  • Accessi liberi: devono essere sempre liberi gli accessi alle apparecchiature di controllo, quadri elettrici, mezzi di pronto soccorso, uscite di sicurezza, mezzi di estinzione incendi.

  • I materiali in deposito non devono essere accatastati a ridosso di macchine operatrici, nelle immediate delle vie di transito.

  • Le operazioni di immagazzinamento/accatastamento di materiali devono essere eseguite utilizzando gli appositi mezzi di raccolta come pallet, contenitori metallici, scaffali.

  • Il materiale in contenitori o pallet deve essere impilato in modo da garantire la stabilità. Devono essere sovrapposti contenitori di uguale tipo, tenendo conto delle seguenti capacità di sovrapposizione: 4 pallet in legno, 6 contenitori in lamiera, 8 cassoni in lamiera.

  • Le scaffalature: fissate alla base; mensole e ripiani con l'indicazione della portata massima.

  • Le vie di corsa dei mezzi di trasporto devono essere segnalate a terra.

Requisiti specifici per i locali di servizio (spogliatoi, locali di riposo, mensa, servizi igienici):

  • I gabinetti devono separati per sesso ed in numero sufficiente.

  • Le docce separate per sesso e in numero sufficiente, dotate di acqua calda e fredda e di mezzi detergenti e per asciugarsi.

  • I lavandini separati per sesso, in numero sufficiente, dotati di contenitori fissi per sapone liquido, di contenitori fissi di asciugamani monouso o elettrici, di erogatori di acqua con comando non manuale.

  • Gli spogliatoi separati per sesso, in numero sufficiente, e convenientemente arredati con armadietti a doppio scomparto. Il refettorio (per il pasto) ed il locale di riposo devono essere igienici e confortevoli.

  • I locali dei servizi igienico-assistenziali devono essere riscaldati, illuminati, aerati, con pavimenti e pareti impermeabili (fino a 2 metri), lavabili e disinfettabili, tinteggiati a tinta chiara, mantenuti in buono stato di manutenzione e pulizia, e liberi da materiale estraneo.

  • I prodotti per pulizia, disinfezione, disinfestazione, devono essere riposti in apposito locale o armadietto.

Prevenzione

Il datore di lavoro deve adottare tutte le misure strutturali ed organizzative per garantire che i locali di lavoro garantiscono i requisiti previsti al punto 2.

Azione

La verifica del livello di sicurezza dei locali di lavoro, e della correttezza del Documento di Valutazione dei Rischi (DVR) aziendale, è abbastanza semplice: bisogna verificare che siano sempre presenti i requisiti,descritti al punto 2;per tutti gli aspetti che non corrispondono ai requisiti descritti bisogna richiedere, in forma scritta, al datore di lavoro di adottare le misure necessarie per la tutela della sicurezza dei lavoratori.

Vivi un problema di salute e sicurezza sul lavoro?

Fai una nuova domanda

Consulta tutte le domande e risposte nel nostro archivio

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati